A Zugliano una lettera di San Gaetano Thiene

A Zugliano una lettera di San Gaetano Thiene

Pochi ne sono a conoscenza e, tra questi pochi, sembrano essere interessati al fatto che a Zugliano esiste una lettera autografa di San Gaetano Thiene.
Anche se oggi questa è conservata e protetta in casa privata, la lettera appartiene alla chiesa di San Bernardino di Zugliano qui portata dalla contessa Attilia Porto quando divenne sposa di Giustino Trento e fece costruire un altare dedicato appunto a San Gaetano Thiene.
La lettera del 1522, chiusa in un reliquiario a doppio vetro, è di difficile lettura. Noi l’abbiamo trovata trascritta da Rizieri Zanocco nel 1910 e ad una prima lettura sembra presentare uno scarso interesse; si tratta infatti di un elenco di debiti della nobile famiglia vicentina dei Thiene che il futuro Santo, allora a Venezia, si impegnava a pagare di tasca propria.
Un elenco di impegni abbastanza arido, ma che letto alla luce della storia acquista un’importanza difficilmente immaginabile.
Dopo aver fatto un’esperienza giovanile nella corrotta Curia romana del periodo rinascimentale, che storicamente sfociò nello scandalo delle indulgenze e nella ribellione di Martin Lutero, Gaetano aveva capito che una rigenerazione della Chiesa poteva attuarsi solo attraverso la rinuncia agli sfarzi del Papato, attraverso una pratica quotidiana della povertà. (altro…)

Inferno

Inferno

A volte ci caschiamo anche noi; ci capita di acquistare un romanzo invogliati dal fatto che abbiamo in precedenza letto qualcosa dello stesso autore che ci è piaciuto, a volte persino entusiasmato.
Così, dopo l’ormai storico “Codice Da Vinci” non ci facciamo sfuggire niente che abbia scritto Dan Brown.
E così recentemente ci siamo imbattuti in “Inferno” ri-edito nel 2017 tra gli Oscar Absolute dell’editrice Mondadori.
La vicenda narrata si svolge dapprima a Firenze, per proseguire a Venezia e finire ad Istambul. (altro…)

La mucca in corridoio

La mucca in corridoio

Non è solo new.Thienet che, in vista di una ripartenza, ha cercato di fare alcune considerazioni, tenendo conto che la situazione politica italiana in questi mesi è comunque cambiata.
C’è anche il Partito Democratico che, dopo la batosta elettorale, che lo ha severamente ridimensionato, deve fare il punto, in vista di una sua ripartenza politica.
Una ripartenza che, secondo noi, ha senso solo se si rivolge non solo al partito, in una logica interna, ma a tutta l’area politica di centro-sinistra italiana, di cui il Pd resta comunque il perno. (altro…)