Bellini e i Belliniani

ARTE

Madonna La mostra “Bellini ei belliniani” allestita presso Palazzo Sarcinelli a Conegliano è quel che si dice un gioiello; in occasione del quinto centenario del pittore, è stata infatti organizzata una manifestazione in cui anzitutto Giovanni Bellini viene visto come pienamente inserito ed attivo nella pittura del suo tempo, vicino ai nomi di maestri come Tiziano, Jacopo Palma il Vecchio e Tintoretto, ma anche come maestro di numerosi discepoli, come Andrea Previtali, Marco Bello, i Santacroce e Bartolomeo Veneto, che si rifacevano all’Accademia dei Concordi di Rovigo.
Le non molte opere esposte permettono la loro dislocazione abbastanza ampia nelle varie stanze di Palazzo Sarcinelli, e gli opportuni pannelli illustrativi permettono di entrare nel profondo della pittura di Giovanni Bellini e della scuola che da lui prese vita.
Colpisce anzitutto l’espressività dei volti in genere, quello che oggi chiameremmo lo studio attraverso il viso di un mondo interiore; in particolare del ricorrente tema della Madonna con il Bambino che sembra già di per sé costituire un’antologia sulla figura umana sia della Vergine che del Bambino.
Alle loro spalle spazia la dolce pianura veneta, con sullo sfondo gli ameni colli che rasserenano il paesaggio.
Colpisce nei quadri esposti non tanto la rappresentazione della Madonna, tutta seriamente presa dal suo importante ruolo di madre, con tanta tenerezza insieme ad una assorta apprensione; da studiare in profondità è soprattutto il Bambino, il Dio fattosi uomo, con lo sguardo teneramente malinconico verso la madre.
In sostanza si può dire che le figure dipinte da Giovanni Belli possono essere colte, oltre che nella loro fisicità, anche nella psicologia del loro mondo interiore.
Una interiorità che sembra invece mancare nei suoi discepoli, dove si vede la scuola di un bravo maestro, ma non un approfondimento personale che in qualche modo distingua l’allievo dal maestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *