Lo strano linguaggio di Matteo Salvini

Se non fosse che purtroppo ne siamo drammaticamente coinvolti come cittadini, ci sarebbe da divertirsi a fare una approfondita esegesi dei discorsi del premier-dimezzato Matteo Salvini, che ormai ci sembra un puppet meccanico che automaticamente ed ossessivamente continua macinare i soliti ripetuti discorsi, con frasi-sentenze su tutto e su tutti (quasi fosse dotato di onniscienza). […]

Continua

Il Russiagate di Donald Trump

Recentemente sul The New York Times è apparso un articolo, della consistenza di un saggio, dal titolo “Il piano per sovvertire le elezioni presidenziali americane del 2016” in cui i due autori, Scott Shane e Mark Mazzetti, hanno puntualmente delineato il cosiddetto Russiagate, cioè l’interferenza russa che nel 2016 ha determinato la scelta di Donald […]

Continua

Europa first

Crediamo che tra chi in questi decenni ci ha seguito su questo nostro Thienet, in nessun modo possa dubitare del fatto che il nostro orizzonte politico di riferimento sia l’Europa; una nostra profonda convinzione ideale, prima ancora che politica, che gli evidenti errori ed incongruenze dell’Unione Europea di questi anni non possono servire per intaccare. […]

Continua

L’Europa che verrà

Thienet è da sempre profondamente europeista, convinta della necessità di superare le dimensioni nazionali per confluire tutti insieme in una organica unità europea. Secondo noi, pur nelle inevitabili difficoltà e controversie richieste dalla maturazione, è un processo storicamente irreversibile che ha già nella moneta unica, l’euro, la sua dimostrazione più lampante.

Continua

Governo giallo-verde: tra il dire e il fare…

Anche questo governo Lega-M5 Stelle ha diritto ad una credibilità iniziale che tocca a loro cercare di non smentire. Certo però che i sintomi non sono incoraggianti… Un governo nato da uno dei più mastodontici compromessi che ci sia stato dato di vedere da quando ci interessiamo di politica italiana. L’hanno presentato e lungamente elaborato […]

Continua

Politiche 2018, considerazioni

I risultati della giornata elettorale del 4 marzo sono ancora così caldi che c’è il rischio di scottarsi a parlarne. Certo sono risultati sorprendenti e, per noi, assolutamente deludenti. Eppure, come momento consolatorio, lasciateci esprimere alcune nostre considerazioni personali, che forse esulano dalla fiumana mediatica in corso. Anzitutto è stato dimostrato che “l’unione fa la […]

Continua