Note da “M”

NEWS

Presentiamo alcune citazioni tratte da “M, il figlio del secolo” da noi recensito in altra parte di Thienet, per dare l’idea anche minima di cosa fosse in realtà il fascismo di Benito Mussolini.

-“Ora è accaduto che il popolo italiano, nella sua parte migliore, ha scavalcato un ministro e si è dato un governo al di fuori, al di sopra e contro ogni designazione del Parlamento. Io affermo che la rivoluzione ha i suoi diritti. Io sono qui per difendere e potenziare al massimo grado la rivoluzione delle camicie nere.

– La libertà è una divinità nordica, adorata dagli anglosassoni… il fascismo non conosce idoli, non adora feticci: è già passato e, se sarà necessario, tornerà ancora tranquillamente a passare sul corpo più o meno decomposto della Dea Libertà…

– Mussolini esplode:” I violenti! I violenti! Ebbene io ho bisogno anche di quelli!”

– Odg dei fascisti di Moggio (Ud) “Si decide che non si permetterà assolutamente nessuna lista di qualsiasi colore sia contrapposta alla nostra, anche in minoranza e saranno presi i provvedimenti che più si riterranno opportuni contro quei tali che dovessero fare propaganda di astensione.”

– Chi non è con noi è contro di noi.

– Cosa fa Dumini, cosa fa la Ceka? È inammissibile che dopo un discorso del genere quell’uomo [G. Matteotti] possa ancora circolare.

– Poi di fronte a 500 rappresentanti del popolo e alla solennità della tragedia, Benito Mussolini mente spudoratamente. “La polizia, nelle sue rapide indagini, si è già messa sulle tracce di elementi sospetti, e nulla trascurerà per far luce sull’avvenimento, arrestare i colpevoli e assicurarli alla giustizia. Mi auguro che l’onorevole Matteotti possa presto tornare in Parlamento.” In questo preciso istante il capo del governo conosce luogo, dimensioni e copertura della fossa in cui giace il cadavere trafitto dell’uomo che si augura di rivedere presto.

– Bisogna cloroformizzare, permettetemi il termine medico, le opposizioni ed anche il popolo italiano

– Ebbene, signori, io dichiaro qui, al cospetto di questa assemblea e al cospetto di tutto il popolo italiano, che io assumo, io solo la responsabilità politica, morale, storica di tutto quanto è avvenuto… [delitto Matteotti]

– Questa è l’ultima volta che si fanno le elezioni. La prossima volta voterò io per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *